Cassandra



				

				

Chiamata anche Alessandra, la più bella delle figlie di Priamo nonché sorella gemella di Eleno, era sacerdotessa di Apollo, che innamorato di lei le diede il dono della profezia; ma non avendo poi ella mantenuto la promessa di sposarlo, il dio irato fece sì che nessuno credesse mai a ciò che preannunciava. Quando Troia fu presa si rifugiò nel tempio di Atena, dove fu ritrovata da Aiace d'Oileo che la violentò. Agamennone la tolse ad Aiace e la portò con sè come schiava a Micene, dove Clitennestra la uccise, mentre Egisto, l'amante della donna, trucidava Agamennone.

Indice

[modifica] Pretendenti di Cassandra

[modifica] Bibliografia

[modifica] Fonti antiche

Per visualizzare le fonti antiche su Cassandra vai a FontiAntiche:Cassandra

[modifica] Fonti moderne

Per visualizzare le fonti moderne su Cassandra vai a FontiModerne:Cassandra

[modifica] Riferimenti letterari

[modifica] La figura di Cassandra nella letteratura postclassica

  • Giovanni Boccaccio, De mulieribus claris, raccolta di biografie.
  • Ugo Foscolo, Dei sepolcri, carme.
  • Christa Wolf, Cassandra, romanzo.