Kurma



				

				
Kurma Avatara
Kurma Avatara

"Tartaruga", termine che designa la seconda incarnazione di Vishnù, manifestazione nel corso della quale avvenne l'episodio più misterioso e strano di tutta la mitologia indiana, quello del Frullamento dell'Oceano: Vishnù sradicò il monte Mandara e con esso, aiutato dagli Asura, frullò il Grande Oceano di Latte. Dall'Oceano Primordiale Frullato lo stesso Vishnù estrasse le quattordici cose meravigliose (Chaturdasa-Ratnan), personificazioni menzionate nei testi indiani come ideali di vita per gli uomini e per gli dèi.

Nella rappresentazione del Mare Frullato, Kurma fa da perno all'asse che sostiene il monte Mandara. In cima al monte troneggia Vishnù l'Assoluto tenendo nelle sue quattro mani i simboli del vishnuismo. Gli sono vicini gli dèi della Trimurti con Brahma, Shiva e gli Asura. Più spesso il Kurma si rappresenta come una divinità metà dio (Vishnù) e metà tartaruga (il suo avatara), oppure come una grossa tartaruga che sorregge il favoloso monte Mandara (v. anche Samudra).