Sileno



				

				

Era il vecchio educatore di Dioniso, del cui corteo rappresentava uno dei personaggi più curiosi: vecchio, obeso e malfermo sulle gambe, cavalcava un asino. È il capostipite dei Sileni; secondo Euripide, tuttavia, Sileno sarebbe invece il capostipite dei Satiri, a dimostrazione che nella sua epoca già le differenze tra Satiri e Sileni si erano offuscate. Secondo alcuni era figlio di Pan, secondo altri di Ermes e secondo altri ancora, sarebbe nato dalle gocce di sangue cadute a terra, quando Crono mutilò i genitali del padre Urano. Gli si attribuisce la paternità del centauro Folo, che avrebbe avuto dalla sua relazione con una ninfa dei frassini. Era un personaggio molto saggio e sapiente, ma non faceva partecipe alcuno di queste qualità, se non sotto costrizione, caratteristica che lo accomuna soprattutto alle divinità marine, come Proteo.