Ninigi



				

				

Principe-spiga del Riso e dell’Abbondanza; il dio del riso, antenato della famiglia imperiale giapponese. Figlio di Oshimo-Mimi e nipote della dea Amaterasu e del suo sposo Takami-Musubi. Sposò Kono-Hana-Sakuya-Hime, figlia stupenda del dio Ono-Yam-Tsumi; con lei Ninigi generò due figli: Hoho-Demi e Ho-Deri; dal primo nacque poi Gimmu Tenno, capostipite storico di tutti i sovrani del Giappone.
Dal Kojiki di Yasumaro apprendiamo che Ninigi, inviato sulla terra da Amaterasu, governò il Giappone dopo l'abdicazione del proprio padre Oshimo-Mimi. Egli, accompagnato dalla sorella, la gaia Uzume, scese sulla terra e giunse nel punto in cui otto sentieri conducono verso i punti cardinali. Qui s’imbatterono nella terribile divinità posta a guardia del Ponte Sospeso che Conduce al Cielo, la quale spaventò lui ma non Uzume. Poi, il dio dei sentieri guidò Ninigi attraverso tutte le regioni del suo regno terreno. Per riconoscenza, Ninigi gli diede in sposa sua sorella, ed egli personalmente sposò Kono-Hana-Sakuya-Hime. In seguito, Ninigi e i suoi discendenti si aprirono combattendo un varco dal sud del Giappone fino alla pianura di Yamato (a est di Osaka), dove fondarono la dinastia imperiale di Yamato. Amaterasu diede a Ninigi uno specchio, un monile e una spada (che costituiscono tuttora i simboli imperiali di sovranità in Giappone).