Mitologia Giapponese



				

				

INTRODUZIONE

Lo Shintoismo affonda le radici nella mitologia, che colloca l'inizio della storia del popolo giapponese nel 660 a.C., anno in cui Gimmu Tenno (in giapponese "imperatore"), discendente diretto della dea del Sole Amaterasu, pose le basi della casa regnante, in qualità di primo imperatore del Giappone. Prevede l'adorazione dei Kami, un termine che si può tradurre come divinità, spiriti naturali o semplicemente presenze spirituali. Alcuni kami sono locali e possono essere considerati come gli spiriti guardiani di un luogo particolare, ma altri possono rappresentare uno specifico oggetto o un evento naturale, come per esempio Amaterasu, la dea del Sole.


Voci presenti: 431

Cosmogonia

Le prime divinità diedero alla luce due esseri divini, l'essenza maschile Izanagi e l'essenza femminile Izanami, che incaricarono di creare la prima terra. Per aiutarli in tale compito, venne loro donata un'alabarda ingioiellata, chiamata Amanonuhoko ("Alabarda Celeste della Palude"). Le due divinità andarono quindi al ponte che collegava cielo e terra, l'Amenoukihashi ("Ponte Fluttuante del Cielo"), e mescolarono il mare sottostante con l'alabarda. Quando alcune gocce di acqua salata precipitarono da questa, si trasformarono nell'isola di Onogoro. Izanami e Izanagi scesero dal ponte del cielo e realizzarono la loro dimora sull'isola. Vollero infine avere dei figli, così eressero un pilastro (chiamato Amenomihashira) e attorno ad esso costruirono un palazzo (chiamato Yahirodono, "La sala dall'area di 8 braccia di lunghezza"). Izanagi e Izanami girarono attorno al pilastro in direzione opposta l'uno all'altra, e quando si incontrarono sull'altro lato Izanami, la divinità femminile, salutò per prima Izanagi, la divinità maschile. Questi pensò che ciò non fosse corretto, ma si coricarono assieme comunque. Ebbero due bambini, Hiruko ("bambino debole") e Awashima ("isola pallida"); ma erano malformati e non sono considerati divinità. Izanagi e Izanami misero i bambini in una barca e li lasciarono andare in mare aperto, pregando dunque gli altri dei che fosse data loro una spiegazione per ciò che avevano fatto di sbagliato. Venne loro detto che la divinità maschile avrebbe dovuto salutare per prima quella femminile durante la cerimonia, mentre era avvenuto il contrario. Così Izanagi e Izanami ritornarono al pilastro, e vi rigirarono intorno, e questa volta quando s'incontrarono fu Izanagi a parlare per primo e la loro unione fu fruttuosa.
Dalla loro unione nacquero le Oyashima, cioè le otto grandi isole del Giappone:
-Awazi
-Iyo (successivamente Shikoku)
-Ogi
-Tsukusi (successivamente Kyushu)
-Iki
-Tsushima
-Sado
-Yamato (successivamente Honshu)

E' da notare che Hokkaidō, Chishima, e Okinawa non facevano parte del Giappone nell'antichità.
Generarono in seguito sei ulteriori isole e molte divinità. Izanami, tuttavia, morì dando alla luce il figlio Kagu-Tsuchi (incarnazione del fuoco) o Ho-Masubi (causa prima del fuoco). Venne sepolta sul monte Hiba, al confine delle antiche province di Izumo e Hoki, vicino l'odierna Yasugi della Prefettura di Shimane. Incollerito, Izanagi uccise Kagu-tsuchi, dalla qual morte vennero generate dozzine di altre divinità.


Gli dèi nati da Izanagi e Izanami sono i simboli di importanti aspetti naturali e culturali, ma sono troppi per essere qui menzionati. Un esempio di conseguenza sulla cultura nipponica è, comunque, il fatto che (nel mito) fu necessario che la divinità maschile Izanagi assumesse la posizione di "guida", mentre la divinità femminile Izanami dovette essere di "seconda posizione". Ciò riflette la concezione diffusa in Giappone di un'implicita discriminazione nei confronti del genere femminile.

Localizzazione

Categoria: Mitologia Orientale
Regioni: Estremo Oriente
Paesi: Giappone

Piu Viste

1 - Kirin - 6749 visite
2 - Amaterasu - 3722 visite
3 - Amano-Uzume - 3495 visite
4 - Kono-Hana-Sakuya-Hime - 2995 visite
5 - Shichi Fukujin - 2908 visite
6 - Bishamon - 2701 visite
7 - Aizen Myoo - 2621 visite
8 - Hannya - 2520 visite
9 - Adachigahara - 2154 visite

10 - Hachiman - 2071 visite