Kinnara



				

				

Esseri intermediari favolosi di aspetto ibrido. Sono i musicisti celesti e vivono nelle regioni più alte dell'Himalaya, assieme ai saggi asceti; oppure formano i cori celesti, accanto ai Gandharva, nel Paradiso di Kubera.

[modifica] Etimologia

Il loro nome dovrebbe derivare da kim, specie, sorta, e nara, uomo.

[modifica] Iconografia

A volte hanno il busto umano e le zampe, il corpo e le ali di uccello; altre volte hanno invece testa di cavallo su corpo umano, o testa umana su corpo di cavallo. Secondo alcuni questa seconda forma dovrebbe chiamarsi però Kimpurusha.

[modifica] Interpretazione

È probabile che si tratti di forme derivanti da modelli occidentali (Centauri, o Arpie e Sirene uccello), e che solo la forma a testa di cavallo e corpo umano, che già troviamo in miti post-vedici (v. Hayagriva) sia autoctona, e forse legata a mascherate rituali.