Ixbalanqué



				

				

Mitico fratello gemello di Hunahpú e figlio di Hun Hunahpú e della fanciulla vergine Ixquic. È protagonista, insieme a Hunahpú, delle narrazioni contenute nel Popol Vuh, le quali raccontano della nascita e delle gesta dei due gemelli prodigiosi. Essi sconfissero i falsi dèi Vucub Caquix, Zipacná e Cabracán, ma soprattutto i signori di Xibalbá, capitanati da Hun Camé e Vucub Camé, vendicando così la morte del padre. Infine, salirono al cielo con le sembianze del sole (Hunahpú) e della luna (Ixbalanqué).

[modifica] Interpretazione

Molti studiosi, tra cui Girard, hanno attribuito a Ixbalanqué un sesso femminile, per via della connessione con la luna e del prefisso Ix-, che in lingua quiché sarebbe anteposto a entità femminili. Tuttavia, non vi è prova della fondatezza di tali teorie.