Ifitione



				

				

Chiamato anche Ifizione, era figlio di Otrinteo e della ninfa Gigea, e fratello di re Talemene: viveva a Ide. Durante la guerra di Troia fu capitano dell'esercito troiano, nel contingente dei Meoni, che era guidato dai principi Mestle e Antifo, figli del fratello.

Indice

[modifica] La morte

Ifitione fu la prima vittima dell'ira di Achille. L'eroe acheo lo colse con la lancia alla fronte mentre stava avanzando verso di lui: la morte sopraggiunse dopo una breve agonia. Achille infierì sul cadavere del nemico, passandovi sopra col carro.

[modifica] Interpretazione

In Iliade XX è descritta la prima strage compiuta da Achille rientrato a combattere, che si apre e si chiude con un accanimento su cadaveri: Ifitione all'inizio, Rigmo e il suo auriga Areitoo alla fine.

[modifica] Bibliografia

[modifica] Fonti antiche