Hosheng



				

				
SCHEDA
IDENTITA'
Nome originale: -
Altri nomi: -
Etimologia: -
Sesso: Maschio
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Mitologia Indo-Iranica
Continente: Asia
Area: Medio Oriente
Paese: Iran
Popolo/Regione: Persiani
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Umani
Sottotipologia: Nobili
Specificità: Sovrani
ATTRIBUTI
Aspetto: Antropomorfo
Animali: -
Piante: -
Altri attributi: -
CARATTERI
Indole: Benevola
Elemento: -
Habitat: -
Tematiche: Fuoco


La sua leggenda, presente nei più antichi testi dell'Avesta, narra che fu il fondatore della dinastia Peshdad, dal suo appellativo paradhata (persiano peshdad), "il primo creato", interpretato successivamente come "colui che per primo dette la legge (dad)". Al pari della leggenda del suo successore Tahmuras è molto probabile che quella di Hosheng risalga agli sciiti iranici, dal momento che entrambe le figure non hanno una loro controparte nella mitologia indiana. Inoltre, Hosheng deve essere collegato con il territorio del Mazandaran, poichè le sue battaglie sono principalmente condotte contro i devi, creature che abitavano tale regione.
Primo re delle sette parti del mondo (vedi Keshvar), Hosheng fu il sovrano che, in Firdusi, scoprì il fuoco, e istituì la festa di Sadeh. Nel Libro dei Re è anche il primo monarca a pronunciare il discorso di investitura, che richiama l'uso dei re sassanidi di tenere, nel giorno dell'incoronazione, un'allocuzione che indicava, spesso in modo volutamente vago, il programma del nuovo regno; la tradizione sassanide faceva risalire il costume ai tempi leggendari.
Secondo varie fonti, l'intervallo di tempo trascorso tra il regno di Gayumers e quello di Hosheng era colmato da una lunga serie di generazioni, che avrebbero dato origine alle razze umane. Ma allorchè nella tradizione Gayumers assunse il ruolo di primo re, il periodo di tempo che lo separava da Hosheng venne connotato come interregno. Firdusi ignora tale tradizione e fa di Hosheng un nipote di Gayumers e suo consigliere che vendica la morte del padre Siyamek.

[modifica] Bibliografia

[modifica] Fonti Antiche