Ginevra

(Differenze fra le revisioni)



				

				
			
(Nuova pagina: Nel ciclo di leggende arturiane, sposa di re Artù. Il suo nome in gallese è Gwenhywvar (spirito bianco). Secondo la Morte d'Arthur di Malory, era figlia del re [[Leodegraunce...)
Versione corrente (11:48, 22 mar 2020) (modifica) (annulla)
m (Sostituzione testo - '|specificità=Sovrani' con '|specificità=Sovrani |sub=-')
 
 +
{{Voce
 +
|anagrafica= SCHEDA ANAGRAFICA
 +
|nome originale=-
 +
|altri nomi=-
 +
|immagine=[[Immagine:Noimage.jpg|250px]]
 +
|etimo=-
 +
|sesso=Femmina
 +
|sezione=Mitologia Medievale
 +
|continente=Europa
 +
|area=Nordeuropa
 +
|paese=Inghilterra
 +
|origine=Ciclo Arturiano
 +
|tipologia=Umani
 +
|sottotipologia=Nobili
 +
|specificità=Sovrani
 +
|sub=-
 +
|indole=Neutrale
 +
|aspetto=Antropomorfo
 +
|animali=-
 +
|piante=-
 +
|attributi=-
 +
|elemento=-
 +
|habitat=-
 +
|ambiti=[[Elenchi:Adulterio|Adulterio]], [[Elenchi:Amori|Amori]]
 +
}}
 +
Nel ciclo di leggende arturiane, sposa di re [[Artù]]. Il suo nome in gallese è Gwenhywvar (spirito bianco). Secondo la [[Morte d'Arthur]] di Malory, era figlia del re [[Leodegraunce]] di [[Carmelide]]. Amò [[Lancillotto del Lago]], uno dei cavalieri della [[Tavola Rotonda]] ed ebbe con lui una lunga relazione amorosa.  
Nel ciclo di leggende arturiane, sposa di re [[Artù]]. Il suo nome in gallese è Gwenhywvar (spirito bianco). Secondo la [[Morte d'Arthur]] di Malory, era figlia del re [[Leodegraunce]] di [[Carmelide]]. Amò [[Lancillotto del Lago]], uno dei cavalieri della [[Tavola Rotonda]] ed ebbe con lui una lunga relazione amorosa.  
<br>Quando re [[Artù]] partì per la guerra contro il re dei Romani, Ginevra fu sedotta da [[Mordred]], nipote del marito (in alcuni racconti il figlio). [[Artù]] tornò di corsa a casa e Ginevra fuggì. Seguì una disperata lotta tra [[Artù]] e [[Mordred]], in cui quest'ultimo venne ucciso e [[Artù]] fu mortalmente ferito. Ginevra quindi prese i voti e si trasferì ad [[Almesbury]], dove morÌ.  
<br>Quando re [[Artù]] partì per la guerra contro il re dei Romani, Ginevra fu sedotta da [[Mordred]], nipote del marito (in alcuni racconti il figlio). [[Artù]] tornò di corsa a casa e Ginevra fuggì. Seguì una disperata lotta tra [[Artù]] e [[Mordred]], in cui quest'ultimo venne ucciso e [[Artù]] fu mortalmente ferito. Ginevra quindi prese i voti e si trasferì ad [[Almesbury]], dove morÌ.  
<br>Si diceva fosse sepolta a [[Glastonbury]]. Negli [[Idilli del re]], di Tennyson, ella è colpevole solo della passione per [[Lancillotto]] e non prende parte al tradimento di [[Mordred]].  
<br>Si diceva fosse sepolta a [[Glastonbury]]. Negli [[Idilli del re]], di Tennyson, ella è colpevole solo della passione per [[Lancillotto]] e non prende parte al tradimento di [[Mordred]].  
 +
[[Categoria:Mitologia Medievale]]
[[Categoria:Mitologia Arturiana]]
[[Categoria:Mitologia Arturiana]]
-
[[Categoria:Regine]]
+
[[Categoria:Europa]]
 +
[[Categoria:Nordeuropa]]
 +
[[Categoria:Inghilterra]]
 +
[[Categoria:Nobili]]
 +
[[Categoria:Sovrani]]
 +
[[Categoria:Umani]]
 +
[[Categoria:Sesso: Femmina]]
 +
[[Categoria:Aspetto: Antropomorfo]]
 +
[[Categoria:Indole: Neutrale]]
 +
[[Categoria:Adulterio]]
 +
[[Categoria:Amori]]

Versione corrente