Bastet



				

				

Dea della musica e della danza, protettrice dei gatti. Figlia del dio Ra, anche se in alcune occasioni appare come figlia di Amun. Moglie di Ptah e madre del dio leone Mihos. Il suo culto principale aveva sede nella città di Bubastis, nel Delta del Nilo, dove in una necropoli erano custoditi anche i gatti mummificati. Era dea molto importante per la casa (in quanto i gatti erano molto diffusi come animali domestici) ma anche nell'iconografia e nel mito, spesso infatti si rappresentavano i serpenti che attaccano il dio Ra uccisi dai gatti. In coppia con la dea Sekhmet personificavano, quest'ultima, il calore divorante, e Bastet, il calore vivificante. A volte questa opposizione si radicalizza con l'identificazione della prima con aspetti solari e della seconda con aspetti lunari, in accordo anche col simbolismo dei due animali loro sacri, il leone ed il gatto. Spesso Bastet diventa la dea dell'erotismo amoroso, della gioia sessuale e della fecondità; in questa veste viene a volte confusa o identificata con Iside o Hathor.