Anubi



				

				
Anubi
Anubi

Dio nato dall'unione illegittima di Nephtis, moglie di Seth, con Osiride. Fu dio funerario protettore delle necropoli e patrono dell'Oltretomba, dove aveva il compito di custodire il palazzo di Osiride e di presiedere, insieme con Thot, alla pesatura del cuore del defunto (v. Amenti). Quando il perfido Seth smembrò il cadavere di Osiride, Anubi provvide a farlo ricomporre da Iside e a farlo imbalsamare; nel processo di mummificazione il dio fu aiutato dai quattro figli di Horus. Da allora Anubi venne preposto anche all'imbalsamazione. Il culto di Anubi durò fino alla fine della IV dinastia; da quell'epoca in poi, secondo i Testi delle Piramidi, la sua religione venne oscurata da quella di Osiride, e dai suoi misteri, che si erano imposti in modo assoluto in tutto l'Egitto e nel bacino del Mediterraneo. Viene rappresentato come sciacallo in posizione a sfinge, oppure in figura umana con testa di sciacallo. Anubi fa parte della Piccola Enneade. I Greci lo veneravano col nome di Anup, dio dalla testa di cane. Trovò culto anche presso i Romani.

[modifica] Epiteti

[modifica] Galleria