Seth



				

				

È uno degli dèi chiave della mitologia egiziana, visto per lo più nel ruolo di oppositore, nemico, distruttore. Era figlio di Geb e Nut, assieme al fratello Osiride ed alle sorelle Neftis ed Iside, rispettivamente mogli di lui e del fratello. Osiride fu il primo reggitore dell'Egitto; Seth, geloso di questo potere o, secondo un'altra versione, per punire il fratello di essersi accoppiato, sia pur inconsapevolmente, con la propria moglie Neftis, lo rinchiude con un trucco in una cassa, che getta in acqua. Iside, disperata, dopo lunga ricerca, riesce a trovare la cassa-tomba del marito e fratello in Siria. Ma Seth, implacabile, taglia il corpo di Osiride in quattordici pezzi, che getta a loro volta in acqua. Iside, sia pur faticosamente, riesce a ricomporre l'estinto come in un puzzle, ma non riesce a fornirgli più vitalità di quella strettamente necessaria a fecondarla (pur essendo stato il pene del dio mangiato da un pesce). Iside riesce così a generare Horus che diventa, automaticamente, il nuovo rivale di Seth. La guerra fra i due continua a lungo, con alterne vicende (Seth strappa ad Horus gli occhi, ma questi lo evira, e così via), finché tutta la questione non viene portata davanti ad una specie di tribunale, con la mediazione del dio Thot. Il giudizio si dilunga in varie fasi, ma alla fine è Horus ad essere dichiarato erede legittimo di Osiride, e quindi a regnare sulla terra, mentre a Seth viene assegnato il ruolo di difensore del Sole dal mostro Apopis. Al di là di questo complesso mito, riferito per la gran parte da Plutarco (che chiama Seth col nome del mostro greco Tifone), sappiamo che Seth era il dio del temporale, del tuono, dei terremoti e di tutti gli eventi naturali più paurosi e negativi.

[modifica] Iconografia

Alle volte viene identificato con un dio-serpente; altre volte ha invece una testa di asino; in effetti il parallelo Seth-asino ricorre più volte in epoca greco romana. Tuttavia, nella quasi totalità delle volte, Seth ha la testa, o è totalmente impersonato da uno strano mostro indefinibile, col corpo di levriero, muso allungato, orecchie lunghe e tagliate di netto, occhio mongolico e una coda lunga e bifida. Si sono fatte molte congetture per identificare questo animale, ma senza successo dimostrabile; lo si è paragonato, oltre che ad un asino, a un maiale, a una giraffa, a un formichiere. a un okapi, a un levriero. La più credibile ipotesi è che si tratti di un mostro ibrido creato per l'occasione. Esiste anche una forma particolare di Seth, chiamata Seth-Nubti, in cui il dio appare con una doppia testa di falco, e rappresenta una coniunctio oppositorum fra Horus e Seth.