Tiche



				

				

Dea greca della fortuna. Sconosciuta nei poemi omerici, andò assumendo sempre maggiore importanza in epoca ellenistica e poi in quella romana dove fu identificata con la dea Fortuna. Non possiede miti specifici, e può essere considerata una pura astrazione. Fini con l'essere assimilata ad altre dee, in primis Iside dando origine alla divinità mista nota con il nome di Isitiche. Ogni città possedeva la sua Tiche.

[modifica] Iconografia

Era spesso rappresentata cieca ed incoronata da torri.