Kaurava



				

				

Termine patronimico il cui significato è "discendente di Kuru", leggendario re e progenitore di buona parte dei personaggi del famoso poema epico indiano del Mahābhārata.
Nel poema, il termine lo si trova usato con due accezioni; una, più ampia, identifica tutti i discendenti di Kuru e quindi comprende anche i Pandava, figli di Pandu; l'altra, meno ampia, identifica solo la linea di discendenza maggiore e si restringe quindi ai soli figli del re Dhritarashtra, fratello maggiore di Pandu, escludendo i cugini Pandava.
I figli del re Dhritarashtra e della regina Gandhari sono conosciuti anche con il patronimico Dhartarastra.

[modifica] Elenco dei Kaurava

[modifica] La guerra con i Pandava

I Kaurava ingannarono i loro cugini attraverso un gioco ai dadi truccato, umiliandoli e costringendoli a tredici anni di esilio, di cui dodici da trascorrere nella foresta, ed uno in incognito; se i Pandava fossero stati catturati durante l’anno di esilio in incognito, avrebbero dovuto tornare in esilio per altri dodici anni. I Pandava riuscirono nella difficile impresa, ciononostante il maggiore dei fratelli Kaurava, Duryodhana, si rifiutò di consegnare il regno che spettava loro di diritto. Dopo svariati ma vani tentativi di fare ragionare i malvagi cugini, tra cui la visita di Krishna come ambasciatore dei Pandava nella capitale Hastinapura, non rimanendo possibili alternative, si arrivò a combattere la guerra.

[modifica] Fonti