Ilonome



				

				

Unica centauressa di cui le fonti ci hanno tramandato il nome: era moglie di Cillaro, il più bello dei centauri, e si suicidò dopo la sua morte, avvenuta durante la lotta contro i Lapiti. Come il marito non amava particolarmente la compagnia degli altri centauri.

Indice

[modifica] Interpretazione

Nella descrizione data da Ovidio, le figure di Cillaro e Ilonome sono straordinariamente anticipatrici di tanti personaggi appartenenti alla letteratura romantica.

[modifica] Riferimenti artistici

  • Piero di Cosimo, La lotta tra centauri e lapiti, dipinto.

[modifica] Bibliografia

[modifica] Fonti antiche

Per visualizzare le fonti antiche su Ilonome vai a FontiAntiche:Ilonome

[modifica] Fonti moderne

Per visualizzare le fonti moderne su Ilonome vai a FontiModerne:Ilonome