Gano



				

				
SCHEDA
IDENTITA'
Nome originale: -
Altri nomi: Ganelon, Ganelone
Etimologia: -
Sesso: Maschio
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Mitologia Medievale
Continente: Europa
Area: Europa Centrale
Paese: Francia
Popolo/Regione: Ciclo Carolingio
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Umani
Sottotipologia: Guerrieri
Specificità: Cavalieri
ATTRIBUTI
Aspetto: Antropomorfo
Animali: -
Piante: -
Altri attributi: -
CARATTERI
Indole: Malevola
Elemento: -
Habitat: -
Tematiche: Condanna a Morte, Tradimento

Gano o Ganelone di Maganza (Ganelon in lingua d'oil) è uno dei personaggi che appartiene al poema Chanson de Roland. Gano è colui che sposa Berta (madre di Orlando e sorella di Carlo Magno), dopo che il marito Milone era stato ucciso dai Saraceni, diventando quindi il patrigno dell'eroe.

Indice

[modifica] Il tradimento

Pur essendo uno dei paladini del re, Gano tradisce la propria patria svelando ai Saraceni il modo per cogliere di sorpresa a Roncisvalle la retroguardia franca di ritorno dalla Spagna. A capo di essa c'è Orlando, suo figliastro e oggetto di odio, che esita a suonare l'Olifante per chiedere soccorso, causando così la morte dei suoi compagni e propria.

[modifica] La morte

La retroguardia viene sconfitta, ma Gano avrà una punizione orribile per il suo tradimento: egli sarà squartato vivo e i suoi resti bruciati e sparsi al vento.

[modifica] Bibliografia

[modifica] Fonti