Baiterek

(Reindirizzamento da Baitarak)



				

				
SCHEDA
IDENTITA'
Nome originale: -
Altri nomi: Al-luk-mas, Pay Kayyn
Etimologia: Pioppo Originario, Madre Pioppo, Pioppo della Vita
Sesso: Neutro
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Mitologia Asiatica Tribale
Continente: Asia
Area: Asia Settentrionale
Paese: Russia
Popolo/Regione: Kazaki
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Vegetali
Sottotipologia: Piante
Specificità: Alberi
ATTRIBUTI
Aspetto: Vegetale
Animali: -
Piante: -
Altri attributi: -
CARATTERI
Indole: Benevola
Elemento: Terra
Habitat: Paradiso, Deserto, Inferi
Tematiche: Creazione, Fato, Oltretomba, Sapienza


Nella mitologia Kazaka Baiterek è l'Albero del Mondo. È una delle forme cosmofore e una personificazione dell'universo. Baiterek (letteralmente - Pioppo Originario, Madre Pioppo), l'Albero del Mondo, collega tutte e tre le tipologie di mondi: il cielo superiore con nove (o sette) strati, i mondi medi e quelli inferiori, aventi a loro volta nove (o sette) strati. Le sue parti individuali rappresentano le parti di mondi separati: le radici rappresentano il mondo sotterraneo, il tronco è il mondo centrale, i rami e le foglie sono il mondo superiore.

Baiterek è il centro dell'universo. È la porta, il cancello tra i mondi e di solito le azioni di tipo sacro o meraviglioso si verificano all'ombra di un tale albero. Baiterek è anche al centro del modello orizzontale del mondo: a destra dell'albero si trova la Luna, a sinistra il sole e la Stella.

L'epica kazaka di Kobylandy e la saga di Kashagan "Aday tegi" menzionano l'Albero del Mondo come un albero con foglie d'oro (nell'epica ha le foglie d'oro e d'argento); nella saga di Kashagan viene definito come un albero con ogni tipo di frutto.

Gli sciamani kazaki ritengono che l'albero del mondo si manifesti nel mondo materiale: "asa tayak", o anche "aulie", il palo piantato vicino alla tomba di una figura santa. Il simbolismo è chiaro in questo caso: il palo simboleggia l'Albero del Mondo, con il quale l'anima dei morti può salire in cielo e o discendere negli inferi. Per la stessa ragione, i defunti verrebbero messi (!) su di una lancia tunduk (simbolo Kirghisi dell'unione) dopo la morte.

La parola "Baiterek" viene usata nel sistema dei segni tribali dei Kazaki. Ad esempio, uno dei mitici antenati della tribù Kangly si chiama Baiterek. Tra i popoli turchi, l'immagine della tradizione mitica dell'Albero del Mondo è ancora ben conservate dal popolo turcofono Sakha/Jakuti, con il nome di al-luk-mas o pay kayyn. (Kayyn - Katyn); sempre gli Jakuti lo chiamano anche Ulukayın, ed è l'Albero della Terra dove si trova appollaiato il dio aquila Burkut.

La storia ricorrente in molti racconti parla dell'eroe, che si trova nel mondo sotterraneo e dopo un lungo viaggio raggiunge un grande albero dove aiuta i pulcini del gigantesco uccello Alyp Karakus (Simurg) uccidendo un serpente (o drago). Per gratitudine, l'uccello trasporta l'eroe sulla superficie della terra fuori dal regno sotterraneo. Nel racconto l'uccello e il serpente sono rappresentanti di mondi opposti - quelli superiori e inferiori. Il loro perpetuo contrapporsi coinvolge un rappresentante del mondo centrale - un uomo, l'eroe del racconto.

Secondo una la leggenda kazaka, nel deserto c'era l'Albero della Conoscenza - Baiterek. Tutto il mondo si appoggiava su questo albero maestoso: le sue radici scendevano in profondità nel terreno, il tronco era visibile in superficie e le sue fronde si perdevano in alto tra le nuvole. Tra i rami dell'albero viveva l'uccello Samruk, che giudicava chi fosse degno di salire in cielo e chi non lo era. Non vi era creatura più splendida e magnifica di questo uccello. In quanto messaggero di Dio, era in grado di distinguere chiaramente l'uomo peccatore dall'uomo giusto. Soltanto chi si recava al suo cospetto poteva sperare di conoscere il mistero divino.

Secondo altre versioni, tra i rami del gigantesco pioppo della conoscenza si trovava una sfera d’oro: era l’uovo d’oro che conteneva tutti i desideri degli umani e le risposte sul loro futuro, depositato ogni anno dall’uccello sacro Samruk.

[modifica] Etimologia

L'etimologia di Terek (varianti: darak, darau, dara, tarak) viene a quanto pare da *Tir - "Vita". Letteralmente Baiterek significa "Pioppo Originario", "Madre Pioppo", "Pioppo della Vita".

[modifica] Voci correlate