Aker

SCHEDA
Aker.png
IDENTITA'
Nome originale: -
Altri nomi: -
Etimologia: -
Sesso: Maschio
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Mitologia Egizia
Continente: Africa
Area: Africa del Nord
Paese: Egitto
Popolo/Regione: Egizi
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Divinità
Sottotipologia: Divinità Superne
Specificità: Divinità del Sole
Subspecifica: -
ATTRIBUTI
Aspetto: Animale
Animali: -
Piante: -
Altri attributi: -
CARATTERI
Indole: Benevola
Elemento: Fuoco
Habitat: Cielo
Tematiche: Eclissi, Sole

Dio egiziano, presente nei Testi delle piramidi come personificazione delle porte che il dio Sole attraversa ogni mattina per compiere il suo viaggio diurno. Viene rappresentato nella forma di due leoni seduti con teste volte in opposte direzioni e reggenti sulla schiena la figura dell'orizzonte col sole nascente. L'immagine di Aker si trova anche nei testi funerari e sulle pareti di alcuni sepolcri sotterranei reali. L'Aker è una Sfinge doppia: tra questi due mostri esistono peraltro numerosi parallelismi strutturali. A volte si sdoppia in due leoni, sempre volti verso due orizzonti opposti, chiamati Sef, ieri, e Tuau, oggi. Aker fungeva da guardiano alle due porte, orientale e occidentale, del mondo sotterraneo, attraversato dal sole durante la notte. Nel Libro della Caverna si dice che all'intemo del corpo di Aker giacciono le spoglie di Osiride, il che fa pensare che in origine questo mostro avesse un ruolo di inghiottitore del sole (v. Mostro delle Eclissi). Ad un antico simbolismo cosmico rimanda anche un accenno fatto da una iscrizione della piramide di Saqqarah in cui, descrivendo il potere del defunto re Unas, si parla dei cataclismi che seguiranno alla sua ascesa in cielo: il firmamento si scioglierà in pioggia, le stelle tremeranno, ed anche le ossa di Aker si scuoteranno.

BIBLIOGRAFIA[modifica]

Fonti moderne[modifica]

  • [DE RACHELWILTZ 1983]:Reference is missing. Please add it to the Bibliography as book, article, misc,