Vrykolakas



				

				

Vampiri della Grecia. Sono, come i drakul della Moldavia, persone morte scomunicate. Dopo la morte i loro corpi non si decompongono, ma loro pelle si tende come quella di un tamburo. Dalle tombe i Vrykolakas lanciano urla lancinanti e grida orribili, come fossero stati sepolti vivi. Escono dalla tomba non solo di notte, ma anche a mezzogiorno. Di notte, le loro tombe sono riconoscibili per un leggero bagliore.