Tukeshi-Uce-No-Sukune



				

				

Mitico personaggio detto il Matusalemme del Giappone perché sarebbe vissuto circa trecento anni servendo come ministro ben cinque sovrani, da Keiko a Nintoku. Si distinse per valore e coraggio e fu al seguito dll'imperatore Ciuai nella conquista dell'isola di Kyushu. Partecipò inoltre alla leggendaria spedizione di Cingo contro la Corea e dopo numerose battaglie contro i principi ribelli fu dal fratello accusato di tradimento e sottoposto alla prova dell'acqua (tenne la mano nell'acqua bollente per vari minuti). Provata la sua innocenza, uccise il fratello accusatore e continuò a distinguersi nelle sue memorabili imprese. Tukeshi-Uce-No-Sukune ebbe come figlio il grande eroe giapponese Heguri-Tsuku. Secondo il Kojiki, i suoi discendenti, dopo un secolo di dominio, furono sterminati nel 645 a.C.