Putche



				

				

Cerimonia indiana in onore degli dèi. Consiste nel bagnare il simulacro della divinità festeggiata con acqua e latte, nell'ungerlo con burro e altri olii profumati, nel coprirlo di ricche vesti e nell'ornarlo di gioielli e pietre preziose. Intorno all'idolo olezzante si accendono lampade e si depongono fiori e libri sacri; giovani e fanciulle intrecciano danze e cantano inni con accompagnamento musicale. Presiedono alla festa soltanto i Brahmani, ai quali è riconosciuto il potere di far discendere le divinità sulla terra in un sito purificato e appositamente pavimentato con stereo di bue incenerito e annaffiato con orina di vacca. Ai fedeli è affidato il compito di porgere al dio le offerte, in genere frutti della terra. A chiusura della cerimonia si recita un'invocazione brahmana.