Partholon



				

				

Il capostipite del primo popolo (i Partoloniani) che colonizzò l'Irlanda dopo il diluvio. Aveva lasciato il suo paese, Mygdonia, cioè la Scizia, in quanto colpevole dell'uccisione di suo padre, il re. Secondo i testi genealogici, Partholon era figlio di Sera e fratello di Tat. Partholon arrivò in Irlanda assieme alla moglie Dealgnaid, e a diversi compagni di entrambi i sessi. Per prima cosa egli dovette combattere per il dominio dell'Irlanda contro i Fomori e li cacciò nei mari del Nord dove occasionalmente essi calavano a saccheggiare il paese.
La sua gente sbarcò in Irlanda nel 1484 a.C. Partholon morì nel 1454 a.C. e 300 anni dopo la sua gente fu spazzata via dalla peste (1184 a.C.).
In un'altra versione del mito i Partoloniani arrivarono in Irlanda nel 2679 a.C. e vi rimasero per 600 anni prima di essere annientati da una pestilenza, durante la quale tutti i Partoloniani, riunitisi nell'Antica Pianura (Senmag) per seppellire i morti, perirono, e così l'Irlanda rimase ancora una volta disabitata. Quando toccarono per la prima volta l'Irlanda, questa era una terra brulla e arida, non esistevano che tre laghi, nove fiumi e un'unica pianura, ma sotto il loro dominio, la vegetazione crebbe rigogliosa ed altri elementi morfologici si aggiunsero gradualmente durante il regno di Partholon. I Partoloniani inoltre costruirono palazzi e piantarono coltivazioni di grano. Si dice inoltre che tutto ciò che mangiavano (fossero pesci, cacciagione o cereali), non lo cuocevano.

[modifica] Figli