Narciso

(Differenze fra le revisioni)



				

				
			
Riga 12: Riga 12:
[[Categoria:Grecia]]
[[Categoria:Grecia]]
[[Categoria:Metamorfosi]]
[[Categoria:Metamorfosi]]
 +
[[Categoria:Semidei]]
[[Categoria:Punizione Divina]]
[[Categoria:Punizione Divina]]
 +
[[Categoria:Sesso: Maschio]]
 +
[[Categoria:Indole: Neutrale]]
 +
[[Categoria:Aspetto: Antropomorfo]]

Versione del 16:14, 14 nov 2011

Figlio della ninfa amadriade Liriope e del dio fluviale Cefiso. Ragazzo dalla bellezza indescrivibile. Di lui si innamorò la ninfa Eco, ma Narciso non volle corrisponderla e la povera ninfa si ridusse a un'ombra e non rimase altro che la voce. Nemesi, la dea punitrice delle colpe e delle debolezze degli uomini, commossa per la fine della ninfa decise di vendicarla e per fare ciò condusse Narciso ad una fonte dalle acque limpidissime che rifletterono l'immagine del giovane, il quale vedendo la sua immagine riflessa se ne innamorò e non volle più lasciarla finché morì. Fu da Nemesi mutato nell'omonimo fiore che fu poi consacrato alle Erinni. Conone afferma invece che Narciso fu punito per aver respinto e istigato al suicidio il giovane Aminia.

Fonti

Riferimenti artistici

  • Caravaggio, Narciso, dipinto.