Lu Dong-bin



				

				

Uno degli otto immortali Ba Xian. Secondo la leggenda, sarebbe nato nel 755 d.C. a Yongle, nello Shanxi e sarebbe vissuto per 400 anni. Questo secondo immortale rivaleggia in celebrità con il primo. Si riconosce per il suo berretto taoista, detto berretto del “Maestro Lù”, ma anche per lo scacciamosche, chiamato “Scopa per le nuvole”, e per la spada miracolosa sulla quale poteva salire in piedi e attraversare fiumi e nubi, senza affondare, né cadere. La spada magica gli fu donata sul monte Lushan, quando aveva vent’anni, da un drago di fuoco e gli serviva anche a decapitare i geni malvagi e i mostri di qualsiasi genere. A cinquant'anni, gli fu confidato da Zhongli Quan il segreto dell'immortalità, insieme all’arte della trasformazione alchimistica che desiderava ardentemente propagare tra gli uomini. Fu dotato di questi poteri e armi magiche dopo aver trionfato nel superamento della prova delle “Dieci tentazioni”. Durante i secoli che trascorse sulla terra, portò a termine innumerevoli imprese meravigliose in tutto l'Impero, uccidendo draghi, liberando il mondo da moltissime avversie. Varie leggende ne raccontano le imprese e le gesta. Nel 1115, l’imperatore Huizong gli conferì il titolo di 'Eroe dalla Meravigliosa Saggezza'.