Kaveh



				

				

Fabbro iranico ribelle alla tirannia di Dahak. Il suo grembiule di cuoio, assunto quale insegna da Feridun, rimase la bandiera dell'impero iranico fino alla caduta della dinastia sassanide, a mano a mano ingrandito perchè vi potessero trovare posto i gioielli e i fregi aggiunti dai vari re. Allorchè cadde nelle mani degli arabi, nella battaglia di Kadesia (637 d.C.), aveva raggiunto la dimensione di 22 piedi per 15. Il soldato che lo conquistò ebbe in premio l'armatura del comandante in capo dell'armata iranica e 30.000 monete d'oro. Lo stendardo, fatto a pezzi, fu distribuito all'esercito insieme al bottino.