Ixsori



				

				

Uno dei più importanti dèi della mitologia indiana dal quale sarebbe derivato il culto del Lingam, sotto il cui nome gli Indiani adorano il Fallo.
Narra una leggenda che il fallo del dio Ixsori era di così sproporzionata lunghezza da arrivargli fino alla fronte. Non potendo il dio avere rapporti normali con la propria moglie, si trovò nella necessità di tagliarlo in dodici parti. Quei pezzi furono poi deificati e considerati Principio di vita degli uomini e degli animali. Si racconta che, fino al secolo scorso, in alcune regioni dell'India gli uomini conducevano le loro novelle spose dal dio Ixsori per offrirgli la verginità di quelle come un'oblazione degna di una divinità.

[modifica] Iconografia

Ixsori viene rappresentato di colore bianco, con tre occhi, sedici braccia e con altrettante mani, ciascuna delle quali porta un diverso attributo; è abbigliato con una pelle di tigre ed è circondato da serpenti; porta al collo una pelle alla quale è attaccata una campana con tre catene, una delle quali è formata da fiori, l'altra da teste di Brahma e la terza da ossa umane.