Inari



				

				

Il dio giapponese del cibo oppure la dea del riso. Inari è una tra le divinità più misteriose del Giappone. È sia maschio che femmina. Ogni anno lui/lei scende da una montagna verso i campi di riso. La volpe è il messaggero di Inari e si crede che lui/lei assuma la forma di una volpe. La divinità può anche assumere la forma di un ragno per dare una lezione alle persone malvagie. Inari è ritratto con la barba mentre porta con sé due fasci di riso. In moltissime città giapponesi si può trovare un santuario di Inari e in molte famiglie lui/lei è venerato/a come simbolo di prosperità e amicizia. I santuari sono custoditi da statue della divina messaggera, la volpe. Il tempio principale di Inari è Fushimi-Inara, a sud est della città di Kyoto; fu costruito intorno al 700 d.C. Inari dea del riso è celebrata in una festa che si tiene durante i primi giorni di primavera quando la coltivazione ha inizio. Può essere identificata con l’indiana Lakshmi e la giavanese Dewi Sri; a volte viene identificata anche con Uga-no-Mitama, la dea dell’agricoltura. L’aburage, cagliata di fagioli fritta, è un’offerta gradita da Inari. Il riso arrotolato nell’aburage viene chiamato Inari-sushi oppure o-Inari-san.