Camphur



				

				

Nominato e raffigurato per la prima volta da Andre Thevet nella sua Cosmographie Universelle (Parigi, 1575), questo animale viene così descritto dal Parè: «II nome di Camphurch è il nome di un animale anfibio, che partecipa della natura dell'acqua e della terra, come il coccodrillo, e si trova nelle Isole Molucche. Questo animale è della grandezza di una cerva, con un corno sulla fronte, mobile come la cresta di un gallo d'India, della lunghezza di tre piedi e mezzo, e largo, nel punto più grande, come il braccio di un uomo; è coperto di peli attorno al collo, di colore grigiastro, con due zampe che servono per nuotare nell'acqua dolce o salata, fatte come quelle di un'oca, e due piedi anteriori come quelli di un cervo, e vive di pesci. Qualcuno crede che sia una specie di unicorno e che il suo corno sia efficace contro i veleni».