Atea



				

				

Dio primevo polinesiano che si divise in due, diventando il dio Rangi e la dea Papa, genitori di tutti gli altri dèi.
Nei miti di Tahuata (Isole Marchesi), Atea (“lo spazio”) un mattino emerse dal Caos (v. Tanaoa). Liberandosi, fece spazio perché si sollevasse Atanua. Si sposarono ed ebbero un figlio, Tu-Mea, il primo uomo.
Nella mitologia Tuamotuan, Atea era la dea del cielo, che sposò Fa’ahotu, ma dopo che ebbero il loro primogenito, il mago Tahu, morto d’inedia sul seno piatto di Fa’ahotu, e dopo gli altri che seguirono, i due dèi cambiarono sesso.

[modifica] La lotta con Tane

Si narra una leggenda intorno ad Atea e Tane, un giovane dio che Atea tentò di far prigioniero. Dopo che ebbe inviato una schiera di divinità contro Tane, il giovane dio fuggì sulla Terra, dove vagò finché fu talmente affamato che uccise e mangiò uno dei suoi antenati. Questa fu l’origine di ciò che sarebbe diventato il cannibalismo. Quando raggiunse l’età virile, Tane dichiarò guerra ad Atea e lo uccise con i fulmini del suo antenato Fatu-tiri.