Anqa



				

				
SCHEDA
IDENTITA'
Nome originale: عنقا
Altri nomi: Anka, Ankha, Angha
Etimologia: il gigante
Sesso: Maschio
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Mitologia Islamica
Continente: Asia
Area: Medio Oriente
Paese: Arabia
Popolo/Regione: Islamici
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Creature Fantastiche
Sottotipologia: Animali
Specificità: Uccelli
ATTRIBUTI
Aspetto: Animale
Animali: -
Piante: -
Altri attributi: -
CARATTERI
Indole: -
Elemento: Aria
Habitat: Cielo
Tematiche: -

Letteralmente "il Gigante" (si confronti con l'ebraico anaq-anaqvm). Pronunciato anche Anka, Ankha, Angha.

Nelle fonti islamiche viene spesso identificato con il Simurgh, ma probabilmente in origine si trattava di esseri mitici differenti. Per Al-Qazwini si tratta di un uccello gigantesco, così potente da poter sollevare agevolmente un elefante: questo particolare ci riporta alla leggenda del Rukh .È il re degli uccelli perché quando uccide, mangia solo ciò che gli è strettamente necessario, lasciando il resto agli altri animali, come fanno i veri re. Vive 1700 anni e fa la prima cova all'età di trecento; i pulcini escono dalle uova dopo 25 anni. Tutti i testi concordano nell'affermare che l'Anqa non esiste più, ma divergono molto riguardo alle ragioni che hanno portato questa straordinaria razza animale all'estinzione. Secondo una leggenda l'Anqa fu maledetto da un profeta, perché aveva rapito una sposa novella; allora scese dal cielo un fuoco che consumò l'uccello, di cui rimase solo il nome. Secondo un'altra versione l'Anqa, descritto con la faccia umana ed il corpo di uccello, viveva vicino a Gerusalemme e faceva strage continua di animali. Allora, sempre su richiesta di un profeta, fu mandato da Dio in alto mare, e non ricomparve più.


[modifica] Voci correlate