Adrasto (4)



				

				
SCHEDA
IDENTITA'
Nome originale: -
Altri nomi: -
Etimologia: -
Sesso: Maschio
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Mitologia Classica
Continente: Europa
Area: Mediterraneo
Paese: Grecia
Popolo/Regione: Greci
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Umani
Sottotipologia: Guerrieri
Specificità: Aurighi
ATTRIBUTI
Aspetto: Antropomorfo
Animali: -
Piante: -
Altri attributi: -
CARATTERI
Indole: Benevola
Elemento: -
Habitat: -
Tematiche: -

Giovane e nobile troiano, prese parte alla difesa della sua città assediata dagli Achei. Combatteva su un carro che guidava personalmente, senza dunque servirsi di aurighi.

[modifica] La morte

Durante la battaglia descritta nel sesto libro dell'Iliade, Adrasto venne sbalzato dal cocchio essendosi imbizzariti improvvisamente i cavalli, e rotolò su un terreno fangoso; di ciò approfittò Menelao che armato di lancia piombò su di lui. In preda al terrore Adrasto si dichiarò suo prigioniero, aggiungendo che il padre sarebbe stato disposto anche a pagare un enorme riscatto pur di salvargli la vita. Menelao stava per cedere alla sua richiesta, ma sopraggiunse Agamennone, che ricordò al fratello i gravi misfatti compiuti dai troiani ai loro danni. Finì che Menelao senza dire una parola sospinse Adrasto verso Agamennone, il quale conficcò la propria lancia nel fianco del giovane troiano.

[modifica] Interpretazioni

Questo episodio dell' Iliade è molto simile a quello successivo che vedrà protagonisti Pisandro e Ippoloco, destinati anch'essi a cadere per mano di Agamennone dopo aver invano supplicato; ma Adrasto non è in malafede, tant'è vero che Menelao prima dell'intervento di Agamennone vorrebbe lasciarlo in vita.