Vazimba



				

				
SCHEDA ANAGRAFICA
IDENTITA'
Nome orig.: -
Etimologia: -
Sezione: Mitologia Africana Tribale
Origine: Madagascar
Tipologia: Popoli Favolosi
Sesso: -
ICONOGRAFIA E ATTRIBUTI
Aspetto: Antropomorfo
Animali: -
Piante: -
Altri attr.: -
CARATTERI
Indole: Neutrale
Elemento: Terra
Habitat: -
Ambiti: Creazione

I Vazimba, secondo la tradizione popolare, furono i primi abitanti del Madagascar. Nella tradizione orale esistono numerose storie e leggende correlate con i Vazimba. Per esempio, si racconta di una donna vazimba chiamata Ramboamana e di un uomo vazimba chiamato Ramboabesofy, noti come tompon-tany ("padroni della terra"), che sarebbero stati i primi abitanti del Madagascar, stabilitisi nella regione di Ankavandra. La coppia ebbe due figli, chiamati Rangoromana e Zafihisoky, che la leggenda vuole siano stati i primi ad introdurre nell'isola gli zebù.
I Merina fanno risalire la loro genealogia ad un uomo chiamato Ndrenavoavo e a sua sorella Pelamana, i quali sarebbero stati i primi non-Vazimba ad arrivare in Madagascar. I loro corpi sarebbero seppelliti in una foresta vicino Tsirendresaka e si dice che i loro corpi fossero venerati da tutti i Vazimba di Betsiriry. A loro volta, le popolazioni Tsirendresaka osservano una fady che proibisce l'uccisione degli zebu, in omaggio alla memoria dei vazimba e alla loro tradizione di allevare il bestiame senza ucciderlo.
Nell'odierno Madagascar è diffusa la credenza di una origine non umana dei vazimba, considerati come una sorta di mostri o di spiriti malvolenti, che tuttora si rifugerebbero in siti naturali come fiumi, caverne o gole. Alcuni di questi siti, nei quali si ritiene siano sepolti i vazimba, sono considerati sacri, e sono oggetto di pellegrinaggi e di sacrifici rituali.
I Vazimba sono spesso descritti come creature di bassa statura, dalla carnagione chiara o molto scura; alcune descrizioni li vogliono dotati di una faccia abnormemente allungata, con larghe labbra che nascondono denti simili a zanne. Tra le tante credenze diffuse rispetto ai Vazimba, si vuole che essi non possano toccare nessun oggetto che sia stato in contatto con il sale; nelle aree in cui si ritiene esistano antiche sepolture vazimba è vietato introdurre aglio e carne di maiale.

[modifica] Voci correlate