Tinboli



				

				

Secondo Jacopo da Sanseverino, nella terra del Prete Gianni (che in questo caso si può identificare con la penisola araba) esistono «animali chiamati tinboli, e sono fatti dal collo insino alla testa come lioni, e dal collo indrieto come buoi, e hanno tutti i pie fessi e molta buona carne da mangiare».