Satana



				

				

È il nome con cui più frequentemente viene indicato il Diavolo come entità personale. Tuttavia la sua origine è del tutto impersonale; infatti. nell'Antico Testamento la parola satan compare più volte, ma come sostantivo comune, col significato di "oppositore, avversario". Solo in tre luoghi (Zaccaria III. 1; Giobbe I e II; I Cronache XXI, 1) il sostantivo sembra acquistare un carattere personale: nei primi due passi è inteso ancora in senso generico, ma dotato di articolo determinato (l'Avversario), mentre nel terzo viene indicato senza articolo, ma come un vero nome proprio. Nella letteratura rabbinica la personalità di Satana, ancora incerta nell'Antico Testamento, acquista delle caratteristiche specifiche: si puntualizza che il Maligno apparteneva originariamente ai Seraphim, ma che, poiché comanda su tutti gli altri angeli caduti appartenenti al medesimo tipo, è dotato di dodici ali, anziché sei, per sottolineare il suo ruolo di preminenza. Spesso nella letteratura ebraica Satana è identificato con Shammael.
La credenza che Satana stia all’Inferno non corrisponde a quanto si afferma nella Bibbia, secondo la quale egli vaga ancora per il Cielo e la Terra. Il Libro di Giobbe 1:6 dice che Satana si presentò insieme agli altri angeli "davanti a Dio". Presumibilmente in Cielo. Quando Dio chiese a Satana dove fosse stato, questi replicò: "Ho fatto il giro della Terra e l’ho scorsa". Satana non è stato e non si trova all’Inferno. Pietro 1, 5:8 asserisce: "Il vostro avversario, il diavolo, vi gira attorno come un leone ruggente, cercando chi divorare".
Da brani come quelli summenzionati si evince che Satana non vive in Cielo e che probabilmente trascorre la maggior parte del suo tempo sulla Terra a cercare di distruggere le vite degli esseri umani e di mantenerle separate da Dio.
Satana sarà gettato nel lago di zolfo rovente (l’Inferno), ma solamente dopo la battaglia ingaggiata da Gog e Magog (termini che stanno ad indicare le nazioni della Terra). Una volta che i nemici di Dio verranno sconfitti, “il diavolo, loro seduttore, verrà gettato nel lago di zolfo rovente, ove già sono la bestia e il falso profeta” (Apocalisse 20:7-10).
Negli apocrifi, Satana simboleggia le forze del male. Gli insegnamenti rabbinici lo hanno designato come il responsabile di tutti i peccati che venivano trascritti nella Bibbia e la leggenda vuole che a Rosh Hashanah venga suonato lo shofar per confonderlo.