Polevik



				

				

È il tipico folletto abitante dei campi (pole = campo). Il suo aspetto è variabile a seconda delle fonti. Alcuni lo descrivono semplicemente vestito di bianco; altri dicono che il suo corpo è nero come la terra, gli occhi di due colori diversi ed i capelli costituiti da ciuffi di erba; per altri, infine, è un nanerottolo deforme, capace di esprimersi come un essere umano. Sono dispettosi come tutti i folletti e si divertono a far smarrire il cammino ai viaggiatori; sono intransigenti nella cura dei campi di loro pertinenza: chi, invece di lavorare, si addormenta nel campo, rischia di finire strangolato. Per ingraziarsi il Polevik è sufficiente fargli qualche piccolo dono di cibo.