Picolet



				

				

È un curioso folletto, che compare per la prima volta in un romanzo francese del XII secolo, La bataille Loquifer, dove è accreditato come fratello di uno dei più celebri nani, Oberon. Egli è piccolo, brutto, coperto di peli, con i capelli ritti e la carnagione nera; per di più, oltre ai due occhi comuni a tutti i mortali, ne ha un terzo nella nuca. È agilissimo e veloce, ma è soprattutto un fantastico nuotatore; talora rapisce i bambini ed è capace di scatenare tempeste.