Peryton



				

				

Cervo con le ali. Si dice che proiettasse un'ombra umana invece che la propria, cosa che fece pensare si trattasse dell'incarnazione degli spiriti degli uomini morti lontano dalla propria patria.
Secondo una trascrizione ebraica da una presunta opera araba bruciata con tutta la biblioteca di Alessandria, i Peryton sarebbero degli animali originari dell'Atlantide, con testa e zampe di cervo, e corpo e ali, con piume verdi e azzurre, di uccello. I Peryton si nutrono di terra secca e sono nemici del genere umano, ma non possono uccidere più di un uomo a testa. Dopo averlo ucciso, si avvoltolano nel suo sangue e si dice che da quel momento l'ombra del mostro torni a corrispondere a quella del proprio corpo.