Mapinguari



				

				

E' una delle tante varianti del mito dell'Uomo Selvaggio. II Mapinguari è alto più di un metro e ottanta, e tutto coperto di peli ispidi, spinosi come quelli di un riccio di castagna. Ha degli artigli simili a quelli dei felini, ed è nemico degli uomini, che uccide per divorarne esclusivamente la testa. Il suo unico punto vulnerabile è l'ombelico. È un mostro che non ama, come molti altri, la notte, durante la quale dorme: è di giorno che bisogna guardarsene. Secondo alcune descrizioni avrebbe una bocca enorme, tagliata in senso verticale, che parte da sotto le narici ed arriva allo stomaco, con le labbra che stillano perennemente sangue.

[modifica] Etimologia

Il nome è composto da mbae-pi-guari, la cosa con il piede storto, e deriva da un'altra anomalia fisica del mostro, quella di avere i piedi rivolti al contrario.