Lakshmana



				

				

Figlio di Dasharatha, re di Ayodhya, e di Sumitra. Era il fratellastro e l'amico più fedele di Rama.
Era l'incarnazione di Shesha, il serpente cosmico sul quale Vishnu riposa tra una creazione e l'altra. Rama e Lakshmana sposarono rispettivamente le due sorelle Sita e Urmila. Lakshmana accompagnò Rama in esilio. Quando, poi, la demonessa Rakshasi, innamoratasi di Rama, attaccò Sita, Lakshmana la sfigurò mutilandola di naso e orecchie. Rakshasi si recò allora dal terribile demone Ravana, suo fratello, per avere vendetta. Ravana rapì Sita, dando inizio alla guerra descritta nel Ramayana. Lakshamana affiancò Rama nella lotta contro il re dei demoni, fino alla vittoria e alla liberazione di Sita. Dopodichè si ritirò in meditazione sulle rive del fiume Sarayu fino alla definitiva ascesa al cielo, accolto dagli dèi.