Lagepus



				

				

Stranissimo uccello citato da Tommaso di Cantimpré, grande come un'aquila, con una grande testa e penne ritte a mo' di corna. Ha le zampe ed il corpo ricoperti di pelo simile a quello delle lepri, che sono il suo cibo preferito.