Koshchei



				

				

Dragone delle credenze russe. E' associato alla Baba Jaga, di cui spesso è considerato la versione maschile. E' immortale per la semplice ragione che la sua anima non si trova nel suo corpo ma è nascosta in un luogo segreto. In molti racconti la fine del Koshschei avviene soltanto perchè una fanciulla da lui rapita (in una versione tale fanciulla si chiama Vasilissa Kirbit'evna) alla fine riesce a scoprire il nascondiglio in cui giace la sua anima. A quel punto, un eroe (molto spesso Bulat) viene incaricato di impadronirsi dell'uovo contenente l'anima del drago e di combatterlo. La morte di Koshchei, infatti, avviene quando l'uovo viene rotto sulla testa del drago.

[modifica] Voci correlate

[modifica] Bibliografia

[modifica] Fonti moderne