Kannon



				

				

Termine giapponese, di derivazione cinese (Kuan-Yin) che designa la divinità del Bodhisattva Avalokitesvara, adorata per la sua misericordia, e rappresentata, nell'iconografia, in sette forme femminili con diverso numero di braccia, teste e gambe.
Compagna di Amida, viene rappresentata con un numero incredibile di teste (a volte anche quaranta), a seconda delle manifestazioni. Nella forma di Sengur-Kannon ha ventotto teste e mille braccia; nella forma di Bato-Kannon porta sul capo una testa di cavallo con tre occhi; nella forma di Fuku-Kensaku-Kannon, ha tre facce, nove occhi e sei braccia.