Janas



				

				

Minuscoli esseri femminili di aspetto leggiadro, vestiti di rosso, con un fazzoletto a fiori sulla testa. Si dice che abbiano i seni così sviluppati che possono gettarli dietro le spalle. Vivono in grotte chiamate "domus de Janas", case delle Janas, che per lo più sono tombe preistoriche. A Sassari si ritiene siano delle incantatrici, ed abbiano una voce bellissima. Nella zona di Cagliari, invece, si pensa vengano da paesi lontani e siano ricchissime e leggiadre. All'inizio erano molto benevole con gli uomini, e spesso li aiutavano; ma poi la malvagità di questi ultimi le fece fuggire e di esse rimasero solo le dimore.

[modifica] Etimologia

Il nome Janas deriva probabilmente da quello della dea romana Diana, che nel Medioevo era considerata la dea delle streghe. Una conferma di questa derivazione la da anche il fatto che, come Diana era considerata la dea virginale per eccellenza, così anche le Janas sono chiamate Virghines.