Ippotami



				

				

E' una variante dei classici Centauri, inventata da qualche scrittore medievale, e riportata nelle Epistola Alexandri ad Aristotelem, in John Mandeville e nel Liber Chronicarum di Schedel. Si tratta di mostri che nella parte superiore del corpo sono uomini ed in quella inferiore cavalli, ma che, a differenza dei centauri, hanno solo due gambe e due braccia. Infatti il torace umano si innesta direttamente sul fondo schiena equino. Ne nasce una figura staticamente squilibrata, perché tutta pendente nella parte anteriore, ma che riscosse un certo successo nell'iconografia dei secoli successivi.