Ificlo (3)

(Differenze fra le revisioni)



				

				
			
Riga 1: Riga 1:
 +
{{Voce
 +
|anagrafica= SCHEDA ANAGRAFICA
 +
|nome originale=-
 +
|altri nomi=-
 +
|immagine=[[Immagine:Noimage.jpg|250px]]
 +
|etimo=-
 +
|sesso=Maschio
 +
|sezione=Mitologia Classica
 +
|continente=Europa
 +
|area=Mediterraneo
 +
|paese=Grecia
 +
|origine=Greci
 +
|tipologia=Umani
 +
|sottotipologia=-
 +
|specificità=-
 +
|indole=Benevola
 +
|aspetto=Antropomorfo
 +
|animali=-
 +
|piante=-
 +
|attributi=-
 +
|elemento=-
 +
|habitat=-
 +
|ambiti=-
 +
}}
 +
Figlio di [[Filaco]] e di [[Climene]]. Era talmente veloce da non piegare le spighe, mentre correva su un campo di grano. Partecipò alla spedizione degli [[Argonauti]] e, nei giochi funebri in onore di [[Pelia]], vinse la gara della corsa. Generò [[Podarce]] e [[Protesilao]] dopo essere stato guarito dalla sua impotenza da [[Melampo]].
Figlio di [[Filaco]] e di [[Climene]]. Era talmente veloce da non piegare le spighe, mentre correva su un campo di grano. Partecipò alla spedizione degli [[Argonauti]] e, nei giochi funebri in onore di [[Pelia]], vinse la gara della corsa. Generò [[Podarce]] e [[Protesilao]] dopo essere stato guarito dalla sua impotenza da [[Melampo]].
Riga 6: Riga 31:
[[Categoria:Mediterraneo]]
[[Categoria:Mediterraneo]]
[[Categoria:Grecia]]
[[Categoria:Grecia]]
-
[[Categoria:Eroi]]
 
[[Categoria:Umani]]
[[Categoria:Umani]]
[[Categoria:Sesso: Maschio]]
[[Categoria:Sesso: Maschio]]
[[Categoria:Aspetto: Antropomorfo]]
[[Categoria:Aspetto: Antropomorfo]]
[[Categoria:Indole: Benevola]]
[[Categoria:Indole: Benevola]]

Versione del 17:29, 14 nov 2019

SCHEDA
IDENTITA'
Nome originale: -
Altri nomi: -
Etimologia: -
Sesso: Maschio
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Mitologia Classica
Continente: Europa
Area: Mediterraneo
Paese: Grecia
Popolo/Regione: Greci
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Umani
Sottotipologia: -
Specificità: -
ATTRIBUTI
Aspetto: Antropomorfo
Animali: -
Piante: -
Altri attributi: -
CARATTERI
Indole: Benevola
Elemento: -
Habitat: -
Tematiche: -

Figlio di Filaco e di Climene. Era talmente veloce da non piegare le spighe, mentre correva su un campo di grano. Partecipò alla spedizione degli Argonauti e, nei giochi funebri in onore di Pelia, vinse la gara della corsa. Generò Podarce e Protesilao dopo essere stato guarito dalla sua impotenza da Melampo.