Hikuleo



				

				

Nipote della pietra primordiale Tuia-Funa, era una divinità familiare del ricco Pantheon polinesiano, molto venerata dagli abitanti delle isole Tonga. Era chiamato anche Havea.
Secondo il mito, Hikuleo dimora nella regione occidentale, il Pulotu, insieme con gli spiriti dei morti. Come le altre divinità tongane e samoane, Hikuleo è rappresentata da un idolo ligneo venerato in un tempio recintato con sassi.
Hikuleo ha una coda, che rimane a Pulotu quando lui è in giro per il mondo. Secondo un mito Hikuleo avrebbe voluto, distruggere il mondo per poter popolare con i morti così causati la sua terra. Ma fu impedito in questo suo disegno dagli altri dèi, che lo legarono per tenerlo a freno. Ciononostante, ogni tanto riesce a scuotere i suoi legami, provocando i terremoti, traccia evidente di un primitivo ruolo cosmoforo del dio.

[modifica] Personaggi simili