Glooskap



				

				
SCHEDA
IDENTITA'
Nome originale: -
Altri nomi: -
Etimologia: -
Sesso: Maschio
LOCALIZZAZIONE
Sezione: Mitologia Pellerossa
Continente: Americhe
Area: Nordamerica
Paese: Canada
Popolo/Regione: Micmac
CLASSIFICAZIONE
Tipologia: Divinità
Sottotipologia: -
Specificità: -
ATTRIBUTI
Aspetto: Antropomorfo
Animali: -
Piante: -
Altri attributi: -
CARATTERI
Indole: Benevola
Elemento: Terra
Habitat: Cielo
Tematiche: Creazione, Gemelli

Divinità suprema degli indiani Micmac e di altre popolazioni algonchine dell'Isola di Capo Bretone nella Nuova Scozia (Canada). Eroe di umili origini, Glooskap fu venerato come l'Essere creatore della Terra, alla quale diede la configurazione attuale. Fu anche l'ordinatore della società algonchina e donò agli uomini le arti e le istituzioni principali; inventò gli arnesi da caccia e da pesca e insegnò alla sua gente a usarli. Dopo aver predetto ai Micmac che si sarebbero convertiti a una nuova religione, Glooskap si ritirò all'estremità del Polo Nord, promettendo che sarebbe tornato per aiutarli in caso di necessità. La profezia si avverò in parte: nel 1610 gli indiani Micmac conobbero i primi sacerdoti cristiani e cominciarono a farsi battezzare.

Indice

[modifica] La nascita

Dopo che Tabaldak ebbe creato l'umanità, la polvere delle sue mani creò Glooskap e un giorno creò anche il fratello gemello di Glooskap, Malsumis. Tabaldak conferì a Glooskap il potere di creare un mondo buono e a Malsum, a sua volta, conferì il potere opposto, ed egli va tuttora in cerca del male.

[modifica] Il sacchetto degli animali

Glooskap imparò che i cacciatori che uccidevano troppo avrebbero potuto distruggere l'ecosistema insieme al mondo che si era sforzato di creare. Spaventato da questa prospettiva, Glooskap andò in cerca di Nonna Marmotta e le chiese consiglio. Ella si strappò i peli dalla pancia (ed è per questo che la pancia della marmotta è priva di peli) e li intrecciò a formare un sacchetto magico. Glooskap mise tutta la selvaggina nel sacchetto, dopodiché si vantò con Nonna Marmotta che gli uomini non avrebbero più avuto bisogno di tornare a caccia. Nonna Marmotta lo rimproverò e gli disse che sarebbero morti senza gli animali e che avevano bisogno di andare a caccia per mantenersi in forze. Allora Glooskap lasciò liberi gli animali.

[modifica] La cattura del grande uccello

In seguito, Glooskap decise di catturare il grande uccello che Tabaldak aveva collocato sulla cima della montagna, da dove questi dava origine al maltempo battendo le sue ali. Glooskap afferrò l'aquila e le legò le ali, cosicché il vento cessò. Ben presto l'aria si fece così calda e pesante che Glooskap non poteva respirare, e quindi liberò le ali dell'animale di quel tanto che bastava perché producesse un clima sufficientemente adatto alla vita delle persone.

[modifica] Glooskap salva il mondo

Glooskap è ricordato anche per aver salvato il mondo da una malvagia rana mostruosa che aveva inghiottito tutta l'acqua della Terra. Glooskap uccise il mostro e l'acqua fu restituita alla terra. Alcuni animali furono tanto sollevati dal ritorno dell'acqua, che vi si tuffarono e diventarono pesci e altri animali acquatici.

[modifica] Altre leggende

Si crede anche che Glooskap abbia procurato il tabacco e le canoe, e ciò ne fa un eroe popolare. I Wanabaki attuali credono che Glooskap sia molto arrabbiato con gli uomini bianchi perché essi non obbediscono alle regole che egli ha stabilito
Un'altra leggenda narra che Glooskap combattè e vinse il fratello Malsumis trasformandolo in un Lox (Capo dei lupi).