Esiodo



				

				

Scrittore greco, nato ad Ascrea in Beozia, vissuto intorno al 700 a.C. Di indole riflessiva e provato da tristi vicende familiari (il fratello Perse lo aveva privato della sua porzione di eredità) porta nei suoi poemi un senso nostalgico di giustizia. Sono certamente suoi: Opere e Giorni, in cui spiega come tratte onesto guadagno dal lavoro dei campi e dal commercio marittimo, con un calendario dei lavori campestri, ricco di notizie personali; Teogonia, in cui viene descritta l'origine dell'Universo e degli Dèi.