Ceridwen



				

				

Ceridwen è una strega che assume un importante ruolo nella versione mitica della vita del puro bardo Taliesin. Ceridwen aveva un figlio brutto, Afagddu ("oscurità assoluta") che lei voleva divenisse sapiente. Preparò, quindi, un liquido magico e lo servì al giovane Gwion. Egli succhiò tre gocce cadute sulla sua mano e all’istante acquisì tutta la conoscenza. Ceridwen iniziò a inseguirlo: dapprima lei si trasformò in un levriero e lui in una lepre, poi lei si mutò in una lontra e il ragazzo in un pesce, allora lei divenne un falco e lui un coniglio. Alla fine Ceridwen divenne una gallina e Gwion un chicco di grano che lei mangiò. Rimase incinta e Gwion rinacque nove mesi dopo, sotto le sembianze di un bimbo di stupefacente bellezza e grazia che Ceridwen chiamò Taliesin e che mise in un’imbarcazione di vimini e lasciò andare in mare.